STATUTO e REGOLAMENTO

Il REGOLAMENTO INTERNO dell'Associazione Oleum è in corso di revisione ed approvazione

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE OLEUM


Art.1 L’Associazione Professionale Assaggiatori Oli d’oliva denominata “OLEUM”, costituita in data 23.6.1994,  ha sede in Castel San Lorenzo alla via F.Mojale.

Art.2 Il Consiglio di Amministrazione dell’Associazione può stabilire di aprire filiali, uffici o sedi secondarie su tutto il territorio nazionale.

Art.3 La durata dell’Associazione è stabilita fino al 31 dicembre 2050 e potrà essere prorogata dall’Assemblea dei Soci.

Art.4 L’Associazione si propone:
·         la tutela professionale degli assaggiatori sotto il profilo sindacale, etico, giuridico ed economico;
·         di diffondere l’apprendimento della tecnica dell’assaggio degli oli d’oliva come previsto da norme vigenti e regolamenti comunitari, operando a livello di istruzione professionale specializzata;
·    di promuovere l’aggiornamento tecnico dei Soci, contribuendo ad orientarli verso i settori di specializzazione a loro più congeniali;
·      di tener desto lo spirito associativo e di solidarietà tra Assaggiatori e Associazioni di Assaggiatori attraverso collaborazioni, pubblicazioni, convegni, seminari e altri mezzi idonei;
·         di contribuire alla formazione professionale degli Assaggiatori attraverso l’organizzazione di corsi specifici di assaggio;
·         di costituire uno o più Panel di assaggio secondo le norme vigenti in materia;
·         di prestare consulenza ed assistenza tecnica per la progettazione e la gestione di sale di assaggio;
·         di prestare consulenza tecnica ad aziende ed enti pubblici e privati.

L’Associazione si propone inoltre di operare per il miglioramento e la tutela delle produzioni oleicole e per la relativa valorizzazione e diffusione attraverso:
· lo studio di problematiche di settore al fine di sottoporre agli organismi competenti soluzioni che rappresentino l’espressione della categoria;
·      collaborazioni per il miglioramento dell’istruzione e della sperimentazione nel campo dell’olivicoltura e dell’elaiotecnica;
·      iniziative volte al miglioramento della professionalità degli operatori del comparto, della produzione e della trasformazione olivicola;
·      iniziative rivolte all'educazione al consumo consapevole come l'organizzazione di corsi a carattere amatoriale;
·      l'incentivazione delle produzioni di oli d’oliva di qualità e la promozione di caratteristiche e peculiarità, anche attraverso l’organizzazione di concorsi per gli oli d’oliva disciplinati da apposito regolamento.

SOCI

Art.5 Il numero dei soci è illimitato.

Art.6 Sull’accoglimento della domanda di ammissione a socio delibera il Consiglio di Amministrazione che, a tale scopo, provvederà a redigere un regolamento interno. L’ammissione diventa operante previo il versamento della tassa di iscrizione il cui ammontare è determinato annualmente dal C.d.A. stesso.

Art.7 Tutti i soci sono obbligati a versare la quota annuale associativa, determinata sempre dal Consiglio di Amministrazione, entro e non oltre i sei mesi successivi alla scadenza dell’anno sociale.

Art.8 La qualità di Socio si perde:
·      per richiesta scritta di dimissioni accettate dal Consiglio di Amministrazione;
·    per esclusione, nei confronti di soci che danneggino moralmente o materialmente l’Associazione. Questa sanzione è comminata dal C.d.A.;
·   per il mancato versamento della quota annuale. L’esclusione per il mancato versamento della quota sociale può essere annullata mediante il versamento delle quote arretrate e di un’ammenda pari al diritto di ammissione vigente nell’annata.

Art.9 Gli Associati non assumono alcun impegno finanziario personale e/o vincoli di solidarietà per le obbligazioni contratte dall’Associazione, alle quali essa risponde esclusivamente con il patrimonio sociale.

Art.10 Per le spese inerenti al funzionamento dell’organizzazione e per l’attuazione delle iniziative da essa promosse si provvede, oltre che con le quote sociali, anche con donazioni, lasciti, versamenti, contributi volontari o obbligatori derivanti da prestazioni erogate dall’Associazione.

Art.11 Sono Organi dell’Associazione:

·         L’Assemblea generale dei Soci
·         Il Presidente
·         Il Consiglio di Amministrazione

L'esercizio delle cariche sociali si intende a titolo gratuito salvo diversa delibera dell’Assemblea dei Soci.

Art.12 L’Assemblea generale dei Soci si riunisce almeno una volta all’anno in seduta ordinaria convocata dal Consiglio di Amministrazione. L’Assemblea può essere convocata anche in seduta straordinaria ogni qualvolta il Consiglio di Amministrazione lo ritenga indispensabile, anche al di fuori della sede sociale, oppure su richiesta di almeno un terzo dei Soci.
L’Assemblea elegge i membri del Consiglio di Amministrazione, delibera sul bilancio annuale, sulle azioni di responsabilità contro i consiglieri e su quant’altro a lei demandato per Statuto.
L’Assemblea delibera con la maggioranza dei voti dei Soci presenti. Riguardo al quorum costitutivo si fa riferimento alle norme del Codice Civile.
Hanno diritto di intervenire in assemblea tutti i Soci in regola con il pagamento della quota associativa. I Soci possono farsi rappresentare da altri soci, ad eccezione dei membri del Consiglio di Amministrazione. Ciascun Socio non potrà rappresentare più di un altro socio.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in mancanza di esso, dal Vice Presidente. In mancanza di entrambi l’Assemblea nomina il presidente tra i Soci presenti.
Spetta al Presidente dell’Assemblea constatare la validità delle deleghe ed in generale il diritto di intervento in assemblea. Delle riunioni di Assemblea si redige il processo verbale firmato dal Presidente, dal Segretario e da tutti i presenti.

Art.13 Il Presidente dell’Associazione è il Presidente del Consiglio di Amministrazione ed ha rappresentanza legale della stessa di fronte a terzi ed in giudizio. Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di impedimento.

Art.14 Il Consiglio di Amministrazione è designato dall’Assemblea che elegge il Presidente e non meno di sei membri scelti tra i Soci. Il Consiglio di Amministrazione dura in carica tre esercizi sociali; nella sua prima adunanza elegge un Vice Presidente. Il Presidente nomina, nell’ambito del Consiglio di Amministrazione, un Segretario ed un Tesoriere.
Il Consiglio di Amministrazione è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Delibera  sull’ammissione e sulla esclusione dei soci e su questioni di rilevante interesse per l’Associazione. Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta dalla maggioranza dei suoi Membri. Il Consiglio di Amministrazione si intende costituito con la presenza della metà più uno dei suoi membri e delibera a maggioranza dei presenti. Delle riunioni del Consiglio di Amministrazione verrà redatto su apposito libro il relativo verbale sottoscritto dal Presidente, dal Segretario e da tutti i Membri presenti.

Art.15 I membri del Consiglio di Amministrazione non possono essere iscritti ad analoghe associazioni e/o organismi affini che abbiano le stesse finalità in ambito regionale.

Art.16 L’esercizio sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

Art.17 L’associazione verrà sciolta qualora sia impossibile il raggiungimento delle finalità o quando lo scioglimento è deliberato dall’Assemblea stessa con il voto favorevole dei due terzi dei Soci.

Art.18 Le proposte di modifica allo statuto possono essere presentate all'Assemblea da uno degli organi o
da almeno un quarto dei soci. Le relative deliberazioni sono approvate dall'Assemblea con la presenza di almeno tre quarti dei soci e il voto favorevole dei due terzi dei presenti.

Art.19 Per quanto non previsto nel presente statuto si rinvia alle norme di legge nonché ai regolamenti specifici alla cui stesura è demandato il Consiglio di Amministrazione e approvati dall’Assemblea.



8 aprile 2011